DOLCI ALTERNATIVE ALLO ZUCCHERO

Lo zucchero è un nemico per la salute e la bellezza della nostra pelle: se volessimo sostituirlo, che caratteristiche dovrebbe avere il dolcificante ideale?

alexpro9500/Shutterstock.com Licence to Davines S.p.a.
alexpro9500/Shutterstock.com Licence to Davines S.p.a.

Lo zucchero bianco o saccarosio è una sostanza priva di valore nutrizionale che apporta 4kcal/gr e se assunto in quantità eccessive, può causare profonde alterazioni al metabolismo, come diabete e obesità. Può persino portare ad un fenomeno chiamato resistenza insulinica, ahimè all’origine di gravi patologie, ma anche di problematiche estetiche quali l’accumulo di grassi a livello addominale.

E se volessimo sostituire lo zucchero, che caratteristiche dovrebbe avere il dolcificante ideale?

Dovrebbe avere un gusto piacevole, un apporto calorico ridotto o controllato, non sviluppare residui tossici, non determinare un rilascio insulinico eccessivo.

Il fruttosio (o levulosio) è lo zucchero contenuto nella frutta. Presenta basso potere cariogeno, fornisce 4 Kcal /g, e il suo potere edulcorante, circa 1,5 volte superiore a quello del saccarosio, consente un risparmio calorico minimo. Ciononostante il fruttosio è scarsamente indicato come sostituto dello zucchero in quanto se assunto in quantità eccessiva ha un notevole impatto sulla glicemia.

E lo zucchero di canna? Viene ritenuta un’alternativa più “sana” dello zucchero bianco , mentre in realtà contiene la medesima tipologia di zucchero (saccarosio). La versione integrale ad oggi sul mercato purtroppo non è il vero zucchero di canna integrale che si presenta invece sotto forma di polvere sottile dal colore scuro. Questa versione ha proprietà nutritive interessanti essendo ricco in sali minerali, magnesio e vitamine del gruppo B.

Tra i sostituti naturali con interessante valore nutritivo troviamo anche il miele. I componenti principali sono il fruttosio, il glucosio, l’acqua, altri zuccheri e sostanze diverse, tra cui acidi organici, sali minerali, enzimi, aromi e molte altre. Il miele è un alimento di elevato valore nutritivo, facilmente assimilabile.

Ciononostante il dolcificante naturale migliore considerando le proprietà nutritive, l’apporto calorico e la composizione di zuccheri è la Stevia che si estrae dalle foglie di una pianta chiamata Stevia Rebaudiana. Presenta un potere dolcificante 100 volte superiore a quello dello zucchero e contiene proteine, fibre, ferro, fosforo, calcio, potassio, sodio, magnesio, zinco, rutina (un flavonoide con proprietà antiossidanti), vitamina A e vitamina C. La stevia ha un potere calorico uguale a 0 ma soprattutto non incide sui valori di glucosio nel sangue, ma sembra addirittura diminuirli (proprietà ipoglicemizzanti), migliorando la tolleranza al glucosio.

(Monica Poli)