Neuroscienza e Bellezza

Che cos’è la bellezza e attraverso quali sensi viene percepita? Possiamo parlare di bellezza universale? Risponde la neuroscienziata e skin expert Claudia Aguirre!

Credit to Soul wind/Shutterstock
Credit to Soul wind/Shutterstock

Al Global Wellness Summit 2016, Claudia Aguirre, parte del comitato scientifico Comfort Zone, interviene con un focus sulla neuroestetica, la neuroscienza della bellezza.

Attraverso l’esempio della musica, la Dott.sa Aguirre dimostra come la percezione del bello non passi solo attraverso gli occhi, ma sia attivata anche da altri sensi.

Secondo i recenti studi dei neuroscienziati, il cervello processa la bellezza in maniera specifica, diversa ad esempio da quella del suono. Il bello risiede dunque negli occhi di chi guarda? Probabilmente no, poiché il nostro cervello riesce a riconoscere la bellezza aldilà delle norme culturali.

In una società in cui le relazioni passano sempre più attraverso la tecnologia e la robotica, e l’iper-connessione si trasforma spesso in lontananza, il concetto di bellezza universale torna ad avere un ruolo più importante che mai: emozionarci per tenerci uniti.

Guarda il video approfondisci le competenze di Claudia Aguirre!